SPEDIZIONE GRATUITA
per ordini superiori a €100
Logo iris
I consigli dell'esperto
(Falsi)Cibi dietetici

(Falsi)Cibi dietetici

quali sono quei cibi che crediamo light ma in realtà non lo sono

Nella “lotta” contro il peso, siamo alla continua ricerca di cibi che possano farci dimagrire e appagarci allo stesso tempo.
Per anni abbiamo sentito parlare dell’ananas “brucia grassi”,  dello zenzero che aumenta il metabolismo, ma anche di quegli alimenti considerati dietetici, che possiamo cioè consumare senza sentirci in colpa per la linea.
In realtà, però, molti di questi alimenti sono dei trabocchetti, presentano grassi o zuccheri nascosti che, anziché favorire il calo di peso o comunque fare bene alla nostra salute, possono essere più dannosi di altri.
Vediamo insieme alcuni di questi cibi, così da poter essere più consapevoli nella scelta.


 
  • Pane con farina integrale
    Ormai è risaputo, i cereali e le farine integrali sono da prediligere rispetto ai corrispettivi raffinati, perché più ricchi di fibra. Ma il problema è che la maggior parte dei prodotti integrali che si trovano in commercio non hanno nulla a che vedere con i prodotti veramente integrali. Si tratta di una tecnica di marketing: se c’è scritto di “tipo integrale” significa che i granelli sono stati polverizzati in farina raffinata, proprio come quella di tipo 00, oppure che il primo ingrediente non è la farina integrale ma il cruschello, quindi farina raffinata arricchita da crusca. Le calorie del pane integrale poi sono pressoché le stesse del pane normale, quindi è bene scegliere i prodotti integrali per la presenza di fibre, ma tenendo presente che l’apporto calorico non è da trascurare.
 
  • Crackers e prodotti da forno industriali Pensare che i crackers siano un'alternativa light al pane è un errore piuttosto comune: mangiare un pacchetto di crackers normali equivale a mangiare una fetta di pane - solo che il pane è molto più buono e più saziante. La maggior parte dei crackers che si trovano al supermercato hanno subito lunghi processi di lavorazione e contengono molti grassi, spesso di bassa qualità, e di calorie (450 calorie quelli normali). Per di più generalmente sono ricchi di sale e altri additivi come conservanti e stabilizzanti e, cosa da non sottovalutare, la loro consistenza ci porta a mangiarne uno di seguito all’altro, rischiando di eccedere. Lo stesso discorso vale per tutti i prodotti da forno confezionati, come taralli, crostini, sfoglie di pane.
 
  • Yogurt a basso contenuto di grassi
    Lo yogurt con pochi grassi è in effetti un cibo salutare utile per la dieta, il problema nasce però dal fatto che eliminando la parte grassa, ciò che rimane è sì mangiabile, ma dal sapore piuttosto acre. Nel caso in cui si utilizzi lo yogurt bianco magro si può star tranquilli, nel momento in cui invece si opti per i gusti alla frutta, il discorso cambia. Per compensare alla perdita di sapore, infatti, vengono aggiunte sostanze che rendano più palatibile lo yogurt, primo fra tutti: lo zucchero. Oppure si usa lo sciroppo di mais, fruttosio o altri dolcificanti artificiali. In sostanza, lo yogurt magro è una buona scelta se naturale, mentre nelle altre varianti è importante leggere bene l’etichetta, e, a volte, preferire quello intero.
 
  • Succhi di frutta
    Pensando di introdurre più vitamine e Sali minerali, i succhi vengono considerati una scelta salutare, ma in realtà è tutto l’opposto. Molto spesso i classici  “succhi di frutta” non sono altro che acqua zuccherata al sapore di frutta, dove la frutta appunto è l’ultimo ingrediente. Per questo negli ultimi tempi si sono diffusi sempre di più i succhi con “100% di frutta”, dove l’unico ingrediente è la polpa. Verissimo, ma la scelta rimane comunque poco salutare, perché il succo rappresenta la frutta senza la parte buona, cioè le fibre. Queste sono importanti perché rallentano l’assorbimento dello zucchero naturalmente presente, bere solo il succo comporta la perdita delle fibre e l’assunzione del mero zucchero. Per di più, considerando che è liquido, è molto facile berne più del dovuto e di conseguenza assumere in poco tempo molto zucchero. Basti pensare che un bicchiere di succo d'arancia equivale, in termini di zucchero, a due arance. 
 
  • Cereali per la colazione
    Normalmente i cereali sono visti come una scelta sana, un’alternativa dietetica ai biscotti o alla ciambella, in realtà, niente di più falso. I cereali per la prima colazione, quelli che troviamo al supermercato (fiocchi di mais, di cereali..) sono prodotti ricchissimi di zucchero e carboidrati raffinati, componenti che innalzano rapidamente i livelli di glicemia e insulina nel sangue. Questi sbalzi, ci porteranno ad avere fame prima del dovuto e a non restare sazi; le uniche varianti consigliate sono quelle pure integrali, dove è presente esclusivamente il cereale integrale, senza l’aggiunta di zuccheri, sciroppi di mais o glucosio, cioccolato, frutta disidratata e similari.
 
  • Muesli e barrette ai cereali
    Vanno di pari passo con i cereali per la colazione: nonostante le frasi fatte sulla confezione, come “ricco di fibra” o “integrale”: il consumo eccessivo di cereali croccanti in qualunque forma, causa l’accumulo di grasso. Vale lo stesso discorso fatto in precedenza: sono prodotti ricchi di zuccheri, che provocano l’aumento nei livelli di insulina e zucchero ematici e non servono a saziarci.  
 
 
  • Frutta disidratata
    Da non confondere con quella secca oleosa (noci, mandorle, nocciole, ecc..), la frutta disidratata, rispetto a quella fresca, contiene molte più calorie e zuccheri (da 5 a 8 volte più calorie), poiché eliminando l’acqua rimane un concentrato di zucchero. Inoltre, contiene anche molti conservanti e addittivi, che è sempre bene cercare di limitare.
 
  • Margarina
    Prodotta per la prima volta alla fine del 1800, viene considerata salutare poiché di origine vegetale. Viene idrogenata per aumentarne la durata di conservazione. Ciò causa l’alterazione della struttura di alcuni acidi grassi in acidi grassi trans, che comportano un aumento  del livello di colesterolo cattivo e di aterosclerosi. Quindi, dovendo scegliere, preferire il burro o, ancora meglio, l’olio extravergine di oliva.
 
  • Gallette di riso
    Sono a basso contenuto calorico e quasi non contengono grassi, ma sono altrettanto basse in fibra e proteine. Essendo cereali soffiati, prive di fibra e proteine, causano picchi glicemici che le rendono poco adatte in chi ha problemi di glicemia. Preferire le varianti integrali o quelle di mais.



 
Dottoressa Francesca Marchignoli - biologo nutrizionista
 
Se vuoi chiedere consigli alle nostre consulenti, compila il form qui sotto e sarai ricontattato prima possibile
Nome e cognome *
Email *
Telefono
Note
Ho preso visione della privacy policy ed acconsento al trattamento dei dati
Desidero ricevere newsletter
* Campi obbligatori

Iris–Shoponline si rinnova

Seguici per scoprire tutte le novità

President swimming SSD – Bologna

Nuova collaborazione Iris-shoponline

Hai bisogno di aiuto?
Puoi parlare con una nostra consulente.


Abbiamo un team di consulenza dedicato a chiunque desideri risolvere le problematiche legate al benessere. Compila il modulo, ti richiameremo in tempi brevissimi per fornirti una consulenza telefonica per aiutarti a risolvere problemi della pelle e per darti un adeguato sostegno nel tuo percorso per il raggiungimento del peso ideale.

Newsletter

RICEVI IN ANTEPRIMA LE MIGLIORI OFFERTE.
pagamenti sicuri PAGAMENTI SICURI
spedizioni 24/48 h SPEDIZIONI IN 24/48 H
qualità 100% 100% QUALITÀ
carte di credito
Credits TITANKA! Spa © 2018